Gianni Orzini

Gianni Orzini, così lo ricorda la moglie, così lo abbiamo amato…

Il 26 novembre 2004, il Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi andò in visita ufficiale nella città di Frosinone.
In quell’occasione fu consegnata la medaglia d’oro al valore civile alla memoria di Gianni Orzini, mio marito.
Gianni era un volontario della Protezione Civile nell’Associazione Alfa di Aprilia; per 12 anni ha prestato la sua opera al servizio della comunità, accorrendo dove c’era bisogno d’aiuto, sempre insieme ai suoi amici-colleghi, fino a quel 16 gennaio del 2002, quando nel terminare una missione, il destino lo strappò all’affetto dei suoi cari.
La triste notizia fece eco in tutta la nazione.
Il suo sacrificio è ancora vivo nel cuore di chi gli ha voluto bene. Io, come moglie, mi sono sempre battuta per il rispetto della sua persona, del suo lavoro e della sua famiglia.
Certo è che il sacrificio e la medaglia di Gianni non hanno forse avuto il giusto riconoscimento nella sua città.
Vorrei che Aprilia fosse fiera di questo suo eroe; spero che Gianni continui a vivere nel cuore di chi lo ha conosciuto, stimato e di tutti coloro che dal suo sacrificio hanno tratto un’importante lezione di dignità.
Il Presidente della Repubblica ha compreso il significato profondo del suo gesto.

Auspico che la memoria di Gianni venga onorata, com’è giusto che si renda onore ai caduti che hanno donato la propria vita per salvarne altre, tanto più che in questo caso risplende il più alto riconoscimento di una medaglia d’oro.

Medaglia d’oro al merito civile